Notice
  • Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni

Autore: Ilaria Bignotti
Opera: Opium
Data: 2007

“…Ho scelto di dipingere una tazzina di caffé per dipingere il volto di chi la stava guardando" Nulla di più semplice: pittura figurativa, ultima figlia del Realismo, speranza finale dell’Astrazione. Un piano d’appoggio, un fondo scuro sul quale si stagli il bianco opaco della ceramica, un filo di rosso, come la traccia lasciata dal passaggio di un uomo. Contemplazione assoluta di un oggetto, le esili linee della “cosa” penetrano in chi la osserva come una sonda leggera, perturbante. In un frammento di tutti i giorni si profilano e disperdono i nostri sospiri segreti, le nostre innominate verità.
[ Ilaria Bignotti ]